Lidl Italia si conferma per la quarta volta consecutiva Insegna dell’anno Italia 2016.

Accanto al marchio tedesco della GDo altri premi come Amazon che trionfa nella categoria Premio Negozio Web Italia, e Bottega Verde che vince nella cross canalità, categoria istituita l’anno scorso per riconoscere la migliore interazione tra canale fisico-tradizionale e eCommerce.
Per il premio Insegna dell’anno hanno concorso 85 insegne finaliste variamente distribuite in 27 categorie di prodotto, mentre 53 insegne in 18 categorie correvano per il Premio Negozio Web Italia. Sono state 243.966 le valutazioni online ritenute valide contro le 179.900 dell’anno precedente, +35%.
Nel corso dei 5 mesi durante i quali era possibile esprimere il proprio giudizio, sono state valutate oltre 400 insegne, 85 delle quale, appunto, finaliste per il premio Insegna dell’anno, e 53 per il Premio Negozio Web Italia.

vincitori-insegna-dellanno-2016-2017I vincitori delle singole categorie (nell’immagine a fianco) sono stati tutti abbastanza scontati, tranne le sorprese 100 Montaditos nella ristorazione veloce e Lillapois nei drugstore. Mondadori Store si è aggiudicata la categorie delle librerie, Carpisa quella delle borse&pelletteria, Scarpe&Scarpe delle calzature. Da segnalare anche Old Wild West nella ristorazione servita.
Amazon ha vinto anche in 6 distinte categorie nel Premio Negozio Web Italia: articoli per la casa, Drugstore, Fai-da-te, librerie, elettronica&informatica, giocattoli.
Da segnalare anche Kiabi che ha vinto in complessive 6 categorie: 3 del Premio Insegna dell’anno (abbigliamento bimbo & puericultura, abbigliamento donna, abbigliamento uomo) e 3 del premio Negozio Web Italia (stesse categorie).

Insegna dell’anno Italia è un premio internazionale nato nel 2003 per iniziativa di Q&A Research & Consultancy di Frank Quix, con il nome di Beste Winkelketen nei Paesi Bassi e poi affermatosi come Retailer of the year in Belgio, Germania, Francia, Spagna, Svizzera, Austria, Lussembrugo, e da quest’anno Russia. In Italia è presente da 9 anni, 3 dei quali come Insegna dell’anno Italia.  L’edizione italiana è organizzata dallo Studio SEIC di Beatrice Orlandini.

Articolo a cura di Roberto Pacifico, tratto da Gdoweek – 10 novembre 2016